domenica 23 aprile 2017

I'm free, I can fly

Delle note si espandono nell'aria formando una dolce melodia che riempie la mia anima .
Chiudo gli occhi e mi lascio trasportare dalle emozioni, immagino di ballare leggera sulle punte, trasportata da palloncini colorati.
Sulle onde delle emozioni inizio a viaggiare intorno al mondo, vedo posti lontani, ballo e volo sopra gli oceani.
La musica finisce insieme ai miei sogni ma nella mia anima restano le emozioni.

Io sono libera, io posso volare...in questa bambola ci ho messo l'anima, mi sono lasciata totalmente trasportare dalle emozioni del momento, forse un poco mi rappresenta.


















Provo ad aggiungere anche il video per sentire anche la musica... se riesco...abbiate pazienza è il primo video che faccio

video

Un abbraccio 

Anna


martedì 18 aprile 2017

I'm sad, the party is over and I'm alone again

Ha suonato tutto il giorno per i turisti di passaggio, qualcuno ha ballato alla sua dolce melodia, altri lo hanno applaudito, altri ancora sono passati frettolosamente davanti quasi senza vederlo...Ora la festa è finita, sono tornati tutti nelle proprie case e lui è rimasto di nuovo solo.

Un po' triste forse, ma in questi ultimi lavori che ho realizzato per il Dabida, forse anche complice il periodo, l'ansia da prestazione o non so bene nemmeno io cosa, ho lavorato lasciandomi guidare dalle emozioni, mi lascio sempre guidare da esse, però questa volta, mi sono accorta che ogni pezzo l'ho proprio vissuto nel mio io profondo.
Spero vi piaccia.












 Un abbraccio

Anna

sabato 15 aprile 2017

Dabida 2017

Sono passati ben 5 mesi dall'ultimo mio post, questo passato è stato un periodo carico di eventi, alcuni positivi altri meno.
Tralasciamo i negativi e parliamo solo dei positivi...l'anno scorso avevo incominciato ad accarezzare l'idea di poter partecipare al Dabida "International art dolls" che si tiene ogni anno in Olanda, da due anni a questa parte si svolge ad Amsterdam, una mostra dove ci sono artisti internazionali che realizzano bambole e sculture in varie tecniche.
E' bello vedere le bambole in stile russo, piuttosto che quello olandese, oppure quello dell'Inghilterra o quello della Germania, tanti stili diversi dove si vede l'influenza culturale e tradizionale di ogni artista ...insomma dopo l'estate passata non molto piacevolmente, l'intervento di mia madre e qualche altro problemino che non manca mai, avevo bisogno di qualcosa solo per me, qualcosa che mi piacesse e perché no...partecipare anch'io a questa mostra?
Tra mille dubbi che mi sono fatta perché non mi sentivo all'altezza e una stanchezza infinita per lavorare nei pochi momenti liberi e mangiare ore al sonno, alla fine sono riuscita a preparare 4 sculture, 4 piccole bambole e con una valigia carica non solo delle mie bambole ma anche di dubbi sul viaggio visto che era la prima volta che volavo in aereo, la prima volta da sola io e mia figlia in un paese straniero senza la presenza di mio figlio che parla bene l'inglese e mio marito, me ne partivo alla volta dell'Olanda.
Sono stati 4 giorni che ancora non riesco a mettere in ordine nella mia mente, 4 giorni in cui me la sono cavata con il mio inglese maccheronico e che mi sono ripromessa che avrei cercato di migliorare dovesse ripetersi l'esperienza, 4 giorni intensi, posti nuovi, gente nuova, bambole bellissime e camminato camminato e camminato tantissimo.
Ora vi mostro solo una parte di tutte le foto che ho fatto, solo di quelle che più mi hanno colpito, ma non perché le altre non meritassero, solo che questo post sarebbe infinito.
Nel prossimo post, vi farò vedere anche le bambole che ho realizzato singolarmente nei particolari.

Il mio banco.
Purtroppo avevo scelto un banco davanti ad una vetrata, non potevo immaginare che illuminasse così tanto ed infatti le foto del mio banchetto poverello e piuttosto sguarnito, sono un po' rovinate e come penso per le mie, saranno rovinate anche le foto di tutti coloro che me le hanno scattate....pazienza!





















Colgo l'occasione per augurare a tutti una
Buona Pasqua

Anna

giovedì 17 novembre 2016

Piccoli esperimenti "Fiori pret a porte"

Vi è mai capitato che vi piaccia tanto qualcosa che vorreste trovare il modo di conservarla e magari pure indossarla?
A me spesso, soprattutto d'estate, quando i fiori sono al massimo del loro splendore e i campi sono strapieni di fiori selvatici, spesso mi ritrovo a pensare a come sarebbe bello poter conservare un pezzetto di questo anche per i mesi invernali dove invece tutto è molto più grigio.
Da qui nasce questa idea dei ciondoli che racchiudano un pezzettino d'estate, ho iniziato a fare delle prove con i fiori più semplici, non sono male, ma per me, hanno ancora bisogno di essere studiati e perfezionati, sia nella realizzazione della cornice che è stata fatta a mano libera da me (e si vede) e anche nella scelta del materiale. Questi sono i prototipi che forse, se riuscirò a correggere i difetti, potrebbero dare vita ad una linea fiorita.
Cosa ne pensate? Vi piacciono?






Un abbraccio

Anna