giovedì 14 giugno 2012

Rain, rain and more rain

Chissà perché quando sei presa da tante cose da fare, da imprevisti, impegni e doveri ti si riempie la testa di progetti?
Sembra quasi che quando non puoi e sei sotto pressione ti vengano in mente molte più idee del solito e solitamente le scrivo su un diario, abbozzando magari un disegnino (tipo bambino dell'asilo) in modo da non dimenticarlo ma questa volta non ho fatto così, bensì ho avuto la malaugurata idea di iniziare i lavori che mi venivano in mente credendo che questo mi aiutasse a riprenderli in mano più velocemente.....che sbaglio!!!
Finisci per essere sommersa da lavori da fare e finisci per fare il botto!!!
Insomma, come mi giro e mi guardo intorno, trovo parti anatomiche di progetti iniziati, la maggior parte teste (detto così ha un che di macabro).... una testa per una sirena dalla coda rossa che vorrei fare, una fatina in steampunk con lo scheletro di metallo già fatto, le teste dei ciondoli che ho quasi terminato, una centaura che è già a buon punto e qualche altro pezzo di cui ancora non ve ne parlo ma tra tutti questi almeno uno l'ho finito.
E' una fata o meglio una fatina un po' bambina,  nata in questo periodo di continue piogge (ecco spiegato il titolo "pioggia, pioggia e ancora pioggia")....non so voi ma io non ce la facevo più..... non ho fatto nemmeno il work in progress...va beh... basta chiacchere ve la mostro subito e spero vi piaccia.














Alla prossima, baci

Anna

17 commenti:

  1. Anna ci sei mancata!!!!
    eh, si..so cosa si prova, più non puoi dedicarti a qualcosa e più le idee escono come i funghi! e anche io faccio come te, dei bozzetti delle idee che mi vengono!!

    comunque..è meravigliosa!!!ha un viso che è di una dolcezza unica e sembra quasi si diverta ad osservare la pioggia!!e poi che devo fare io adoro le espressioni che sai dare alle creaturine!tutti i particolari, la posizione..davvero è super bella!!
    aspetto i prossimi progettini realizzati:)

    RispondiElimina
  2. Graziosissima e molto molto dolce, come sempre bravissima, ma hai fatto anche l'orchidea??
    ciao ciao

    RispondiElimina
  3. Ha un visino veramente delizioso!!!

    RispondiElimina
  4. Questa fatina bambina che si ripara dalla pioggia è.... non trovo l'aggettivo giusto!
    Strepitosa, fantastica, stupenda, meravigliosa, fa-vo-lo-sa!!!!!
    Ma non basterebbero, sai?
    Sei davvero un'Artista, cara Anna!!
    Un abbraccio
    Dona

    RispondiElimina
  5. Ma è stupenda!!!!!
    Brava!!!!!!!!!
    Sono curiosa di vedere gli altri lavori.
    Un abbraccio Sara

    RispondiElimina
  6. Grazie Marianna!
    Hai capito perfettamente ciò che intendevo!

    Ciao Sue grazie e grazie per essere sempre presente!

    Grazie Nicoletta, no l'orchidea è in tessuto, avrei voglia di provare a farne una ma ancora non ci ho mai provato.

    Grazie Cerchio, sei gentilissima!

    Dona sei un tesoro grazie!

    Grazie Sara, spero di riuscire a mostrare presto qualche altro lavoro.

    RispondiElimina
  7. Quando si è sotto pressione molte persone tendono a dare il meglio,anch'io sono così,chissà perchè..e chissà come mai tutte le idee vengono in mente quando magari si è occupati in qualcosa dove sai che passeranno settimane prima che potrai finalmente dedicartici.La fatina è deliziosa,un incanto, perfetta in ogni particolare.Titolo azzeccatissimo,mi ricorda una canzone di Enya(a day without rain) che poco centra,però lei Fata d'Irlanda la conosce bene la pioggia proprio come la tua fatina al punto di scriverci una canzone.Molto belli i progetti che hai in cantiere non vedo l'ora di poterli ammirare.Vorrei avere metà della tua bravura o solo un pò!Grazie per l'incoraggiamento al blog,chissà un giorno inglese permettendo.Ho trovato i due libri di Katherine Dewey,davvero un must have,mi piace tanto il suo "modo" di scolpire e il suo ingegno nel costruirsi le mirette e attrezzi vari,come pure gli occhi,a volte cose semplici ,ma che vengono fuori da tanta esperienza.Grazie per averli consigliati.
    Un abbraccio
    Piera

    RispondiElimina
  8. Ciao mi chiamo Dada, piacere di conoscerti...

    Ma che bella... ma le fai tutte tu???

    sei bravissima... complimenti davver!

    RispondiElimina
  9. Grazie Piera!
    Vedo che hai compreso benissimo ciò che intendevo e noto che sono in buona compagnia, per la serie "mal comune mezzo gaudio".
    Katherine Dewey, è bravissima e ha la capacità di spiegare in modo semplice come realizzare i suoi lavori che quasi basta osservare le foto per capire come procedere.

    RispondiElimina
  10. Ciao Dada, il piacere è tutto mio, grazie a te per esserti fermata qui da me.

    Si tutto quello che vedi è fatto da me e grazie di cuore per i complimenti!

    RispondiElimina
  11. Anna che meraviglia!!!!!! bravissima

    RispondiElimina
  12. Ciao!! Ho visto a quanto è stata aggiudicata su ebay, secondo me valeva il doppio!! E' troppo bella!

    RispondiElimina
  13. Grazie Giulia!!
    Purtroppo io sono una perfetta sconosciuta e mi tocca tenermi bassa con i prezzi, altrimenti temo che non mi diano fiducia.

    RispondiElimina
  14. Anche mamma ti fa i suoi complimenti per la bravura e ti consiglia di non vendere troppo basso ;) col tempo ti conosceranno! un bacione

    RispondiElimina
  15. Grazie, grazie di cuore anche alla tua mamma, spero che quello che avete detto si avveri e che sia di buon augurio.
    Un bacione anche a voi!!

    RispondiElimina